UNDER 23. Il Piccolo Lombardia al belga Vanhoucke. Solo i lombardi Ravasi e Ballerini nella top-ten

| 2 Ottobre 2016

Con un colpo a sorpresa nell’ultimo chilometro il belga Harm Vanhoucke (Lotto Soudal U23) sorprende i compagni di fuga e vince l’88° Piccolo Giro di Lombardia, la prestigiosa gara

internazionale per under 23 disputata oggi ad Oggiono (Lecco). Completano il podio

l’italiano Andrea Vendrame (Zalf-Fior) e Bjorn Lambrecht, anch’egli belga e alfiere Lotto

Soudal.

Al via si schierano 184 concorrenti, un po’ il meglio della categoria under 23 a livello

mondiale, con ben 19 formazioni straniere. Prima del via, gli organizzatori del Velo Club

Oggiono, con in testa il presidente Daniele Fumagalli, hanno omaggiato le illustri presenze

tra i partecipanti: vale a dire il Campione europeo degli stradisti Aleksandr Riabushenko del

team Palazzago, il tricolore 23 Simone Consonni ed il Campione europeo e mondiale

dell’inseguimento individuale, nonché Campione italiano a cronometro, Filippo Ganna,

entrambi del Team Colpack.

Dopo un primo timido allungo di Davide Ballerini (Hopplà-Petroli Firenze), la prima azione

degna di nota arriva al chilometro 70 con un attacco a tre promosso dal belga Joachim

Vanreyten(Lotto Soudal U23), dal britannico Jon Dibben (Team Wiggins) e ancora

dall’italiano Davide Ballerini.

Sulle prime rampe del Ghisallo il gruppo torna compatto. Sull’ultimo tratto della salita si

forma un gruppetto al comando. Scollina per primo Andrea Vendrame della Zalf-Fior

davanti al francese Victor Lafay (Chambery) e allo svizzero Kilian Frankiny (BMC). In

discesa prendono il largo i 9 corridori, ovvero Umberto Orsini ed Edward Ravasi (Lotto

Soudal), Victor Lafay (Chambery), Kilian Frankiny e Patrick Muller (BMC), Andrea

Vendrame (Zalf-Fior), BjorgLambrecht e Harm Vanhoucke (Lotto Soudal) e il solito Davide

Ballerini.

Alle loro spalle, con un ritardo di un minuto, inseguono 28 concorrenti. Dal gruppetto di

testa perde contatto il francese Lafay e restano in otto a guidare la corsa. A Villa Vergano il

vantaggio sul gruppo è di 2’07”.

Il varesino Ravasi e lo svizzero Frankiny scappano sul Colle Brianza. Ravasi soffre anche

di un salto di catena, ma riesce subito a rientrare sull’uomo della BMC e i due allungano in

maniera decisa. All’inseguimento dei due battistrada restano Muller, Vendrame, Lambrecht,

Vanhoucke che a cinque chilometri dall’arrivo riescono ad acciuffare i due battistrada.

I sei vanno a giocarsi la vittoria ed il belga Lambrecht, 19 anni, alla prima stagione da

under 23, in vista dell’ultimo chilometro sorprende tutti quanti e va a conquistare la vittoria

più importante della sua carriera.

 

comunicato stampa

Ordine d’arrivo
km.163 in 3h 45′ media/h 43.487

 

1 VANHOUCKE Harm – Bel – Lotto Soudal U23

2 VENDRAME Andrea Zalf Euromobil Désirée Fior

3 LAMBRECHT Bjorg Bel – Lotto Soudal U23

4 MULLER Patrick Sui – BMC Development Team

5 FRANKINY Killian Sui – BMC Development Team

6 RAVASI Edward Team Colpack a 5″

7 BALLERINI Davide Hopplà Petroli Firenze a 32″

8 ORSINI Umberto Team Colpack a 47″

9 DLAMINI Nicholas Rsa – Dimension Data Continental a 3’20”

10 COSNEFROY Benoit Fra – Chambery Cyclisme Formation

vanhoucke

Categoria: News

I commenti sono chiusi.