MONDIALI PISTA. APPLAUSI PER LA LOMBARDIA MIRIAM VECE, STORICO BRONZO NEI 500 METRI

| 2 Marzo 2020

A 23 anni Miriam Vece conquista il primo podio azzurro nei 500 MT – Miriam Vece oggi entra nella storia del ciclismo su pista italiano grazie alla medaglie di bronzo nei 500 metri. Mai nessuna azzurra, da quando è stata istituita questa disciplina nel 1995 aveva mai raggiunto il podio. La 22enne cremasca (compirà gli anni il prossimo 16 marzo raccoglie un riconoscimento importante e una medaglia nel settore della velocità che a livello mondiale mancava da tempo: “Devo realizzare ancora quello che ho fatto – ha detto a caldo l’azzurra -. Sapevo di essere in condizione ma un podio mondiale non immaginavo di raggiungerlo. Sono veramente contenta: vivo ad Aigle (dove c’è il centro mondiale dell’UCI, ndr) e questo mi ripaga di tutti i sacrifici.”. Dino Salvoldi sottolinea un aspetto non secondario: “Forse non tutti si rendono conto di quanto realizzato da Miriam. Il suo tempo, 33”171, è a soli 50 centesimi dalla campionessa del mondo, la tedesca Friedrich (33”121). Se teniamo conto anche del tempo che ha fatto sui 200 metri non possiamo che essere felici.” La gara – Sull’anello di Berlino l’azzurra che aveva già dato prova del suo talento registrando il suo personale nei 200 metri lanciati, nuovo record italiano in 10”580, si conferma nei 500 metri. Con un rilevamento cronometrico di 33″410, quarto miglior tempo, oltre a migliorarsi e a stampare un nuovo record nazionale di specialità, conquista la finale a otto. Un grande risultato per la sprinter azzurra di Crema (campionessa europea di specialità nel 2018), che nella finale abbassa ancara il crono in 33″171 portandosi a casa il bronzo.

Categoria: News

I commenti sono chiusi.