GIRO DEL VALDARNO. Un grande Masnada ci mette la sua firma

| 6 Settembre 2016

Cinque gare e cinque vittorie in quattro giorni. Cinquanta vittorie su strada stagionali, 57 se contiamo anche quelle su pista, Campionato del Mondo compreso. Sono numeri da capogiro quelli della stagione 2016 del Team Colpack. E oggi va in archivio un’altra giornata memorabile con altri due successi. Impresa solitaria di Masnada in Valdarno, mentre Toniatti si ripete a Sona.

Le strade della Toscana portano bene a Fausto Masnada, ma soprattutto gli ispirano imprese straordinarie. Così dopo aver vinto solitario la Firenze Mare a Ferragosto, il bergamasco si è ripetuto oggi al 39° Giro Nazionale del Valdarno dove, dopo una lunga fuga, si è presentato tutto solo sul traguardo di Figline Valdarno (Arezzo).

Nasce subito una fuga numerosa nella quale la Colpack inserisce Masnada, Garosio e Zaccanti. Una volta ripresi, nuovo tentativo con tra i protagonisti Orrico, Padun ed Orsini. Annullata anche questa fuga, nasce quella che di fatto decide le sorti della corsa. Evadono prima in otto, con Masnada, poi rientrano altri otto, con Orsini. Da questo gruppo di 16 corridori al comando, a 35 chilometri dall’arrivo, escono all’attacco proprio Masnada ed il giovane toscano Savini. Poi il bergamasco accelera, stacca l’avversario e compie una cavalcata solitaria lunga 25 chilometri che lo porta verso la conquista della sua terza vittoria stagionale. Quinto posto per Umberto Orsini. Quattordicesimo Davide Orrico.

“Una vittoria voluta fin dalla partenza. Avevamo deciso di anticipare i migliori e ci siamo riusciti. Fausto Masnada è stato fortissimo oggi voleva vincere e ce l’ha fatta. Speriamo che questo possa aiutarlo a trovare un contratto tra i professionisti”, ha commentato il direttore sportivo Gianluca Valoti.

 

Terza vittoria della stagione anche per il trentino Andrea Toniatti, la seconda nel giro di 48 ore. Infatti, dopo quella di domenica scorsa a Turbigo, il ragazzo della Colpack si è ripetuto quest’oggi a Sona (Verona) nel 53° Gp San Luigi. Gara caratterizzata inizialmente da fughe e controfughe fino a quanto ha preso il largo un terzetto composto da due alfieri della Zalf-Fior, Davide Gabburo e Nicola Bagioli, ed uno della Colpack, Federico Sartor che proprio oggi festeggiava il suo compleanno. Il veneto cercava quindi un regalo di compleanno speciale e la squadra ha assecondato la sua azione. A 25 chilometri dalla conclusione, però, Gabburo ha allungato solitario al comando e Sartor non è più riuscito a recuperare. A quel punto la Colpack si è schierata in testa al gruppo a menare ed è andata a riassorbire tutti i fuggitivi. A 3 chilometri dall’arrivo, ha provato ad anticipare tutti Seid Lizde, ma è stato ripreso all’ultimo chilometro. Epilogo in volata e vittoria di Andrea Toniatti.

“È incredibile quello che stanno facendo questi ragazzi. Non ho parole è un gruppo eccezionale”, ha commentato raggiante il team manager Antonio Bevilacqua.
Il Team Colpack giovedì sarà in trasferta in terra vicentina per la 91/a Astico-Brenta.

comunicato stampa

1) Fausto Masnada (Team Colpack) Km 159,6, in 3h56’18”, media Km 40,525.
2) Aleksandr Riabushenko (Team Palazzao Amarù) a 1’39”.
3) Paolo Totò (Norda MG K Vis).
4) Nikolay Cherkasov ( Naz. Russia).
5) Umberto Orsini (Team Colpack).
6) Daniel Savini (Hopplà Petroli Firenze) a 2’25”.
7) Stefam De Bod (South Africa) a 2’27”.
8) Ivan Martinelli (Aran Cucine).
9) Graziano Manuel Di Leo (Team Futura Rosini).
10) Jhon Penagos Alvarez (Team Cingolani Senigallia) a 3’05”.

MASNADA

 

 

Categoria: News

I commenti sono chiusi.