DONNE. Valcar PBM sugli scudi anche a Corridonia, con Silvia Persico e Allegra Arzuffi

| 13 Giugno 2016

La domenica di gare per la Valcar – PBM si è aperta con l’acuto di Gloria Scarsi. Per l’allieva di Albenga (SV), al primo anno in maglia Valcar – PBM, è arrivata una vittoria speciale non solo perché si tratta del sesto successo stagionale, ma anche perché arrivata in un modo particolare che dimostra le qualità di questa atleta. Sì, perché se ormai le sue caratteristiche di velocista sono ben note in virtù dei numerosi trionfi su strada e in pista, ciò che più colpisce è che, a differenza di molte sprinter, Gloria ha la rara capacità di interpretare l’intera corsa da protagonista e non solo nei metri conclusivi. Il comportamento in gara tutt’altro che passivo si è visto ancora una volta anche a Cesano Maderno dove una serie di scatti disseminati lungo tutto l’arco di gara e un tentativo di fuga a sei hanno fatto da preludio a quella che è stata una volata magistrale conclusasi con il classico colpo di reni. Nella stessa gara hanno ben figurato anche le compagne di squadra Ilaria Chinelli (giunta poi quarta), Lucrezia Francolino, Michela Giuliani, Beatrice Rosa e Gaia Masetti, capaci di correre compatte in ogni frangente di gara rintuzzando ogni buco e tentando ripetutamente l’allungo. La completezza tecnica – da sempre uno dei tratti peculiari delle atlete formate dal nostro team – si è vista dalla prestazione di colei che può essere considerata a tutti gli effetti la nostra “veterana”, ovvero quella Silvia Persico che nel pomeriggio di domenica ha trionfato nella gara junior di Corridonia. Atleta duttile capace di dare il meglio di sé su qualsiasi percorso sia di correre per vincere, sia di correre in appoggio alle compagne di squadra, Silvia Persico ha dimostrato per l’ennesima volta delle ottime qualità da sprinter dopo che qualche giorno fa si era invece imposta per distacco rivelandosi come una buona finisseur. La gara di Corridonia ha poi dimostrato un’altra volta la qualità del collettivo targato Valcar – PBM, perché è arrivato un grande risultato con una squadra fortemente rimaneggiata che contava le cinque assenze di Elisa Balsamo e Chiara Consonni (in ritiro con la Nazionale Italiana) e di Marta Cavalli e Valentina Iaccheri (ferme per infortunio rispettivamente ad un rene e alla clavicola) ed anche della under Giorgia Capobianchi. Infatti le blu fucsia hanno corso tutte da protagonista: dapprima è da segnalare l’ottimo lavoro di Isabella Strizzi, Marta Rivellini, Sara Margheritis e Miriam Vece, poi è da sottolineare il doppio attacco di Silvia Pollicini, vera e propria vincitrice “morale” della corsa, perché a 20 Km dall’arrivo ha attaccato sul primo passaggio sulla salita, poi nonostante fosse stata ripresa, la combattiva varesina ha attaccato una seconda volta al secondo passaggio sul GPM con il gruppo che l’ha poi riassorbita soltanto a 100 metri dall’arrivo con la coppia Silvia Persico e Allegra Arzuffi (quest’ultima poi quarta assoluta) che ha poi letteralmente dominato la volata con la vittoria della bergamasca.

PERSICO CORRIDONIA

Categoria: News

I commenti sono chiusi.