DONNE. La Lombardia brinda in Coppa grazie alla lecchese Barbara Guarischi

| 3 Agosto 2015
Barbara Guarischi, 25 anni

Barbara Guarischi, 25 anni

Dopo anni di apprendistato ora è fra le migliori velociste al mondo. Barbara Guarischi oggi è una donna felice. Capace di vincere in 48 ore il Prudential RideLondon Grand Prix on The Mall a Londra, e la settima prova di Coppa del Mondo a Bochum (Sparkassen Giro) nella zona ovest di Dortmund, Germania. Una splendida vittoria che Guarischi ha dedicato a Chiara Pierobon, la ventiduenne tragicamente scomparsa proprio mentre si recava a gareggiare la prova di Coppa. Barbara ha 25 anni. Viene da Pescate, a due passi da Lecco. Ha iniziato con il ciclismo quando aveva 12 anni. Soprannominata “Baby” ha studiato tre anni Chimica Biologica prima di dedicarsi anima e corpo alle due ruote. Quasi fosse un segno premonotire, quest’anno ha scelto di accasarsi in un team tedesco, Velocio Sram, in cui militano tra le altre la campionessa del mondo a cronometro Lisa Brennauer e la fortissima bielorussa Alena Amialiusik. In Germania ha imparato a essere più costante in tutte le corse e ha fatto davvero un importante salto di qualità. Barbara ha catturato l’attenzione il 4 luglio, a Lubiana in Slovenia, vincendo la prima tappa del Giro d’Italia Rosa, e prima ancora la cronometro a squadre dell’Energiewacht Tour, Olanda. Ieri, il momento più importante della sua carriera, il brindisi in Coppa del Mondo con uno sprint capolavoro davanti all’olandese Lucinda Brand e alla norvegese Emilie Moberg. Di lei dicono che è un pò pazza, forse per il fatto che è una velocista.

da La Gazzetta dello Sport/Milano Lombardia

Categoria: News

I commenti sono chiusi.