AMATORI. SI CHIUDE UN QUADRIENNIO ED E’ TEMPO DI BILANCI

| 8 Dicembre 2020

La stagione agonistica 2020 è stata certamente anomala per effetto delle vicissitudini legate alla pandemia da Covid19, tanto che l’annuale premiazione degli atleti e delle società Lombarde, che si sono distinti nel corso dell’annata, ha dovuto essere riformulata nella modalità on-line. L’evento in streaming si è tenuto lo scorso 4 dicembre, ed è apprezzabile al seguente link: https://youtu.be/I2d3_Aesb0M

Il consuntivo della stagione è stato esposto da Gianluca Londoni e, per darne piena diffusione, viene qui proposto, per dare trasparenza dell’operato del settore amatoriale del Comitato Regionale FCI.

Il grande lavoro svolto in inverno dalla Struttura Amatoriale, con la formulazione di un calendario di tutto rispetto per la stagione 2020, è stato vanificato dall’emergenza Covid 19.

Solo nel mese di luglio è stato possibile riprendere l’attività agonistica con la cronometro di Morimondo (Mi), che in questa stagione ha cambiato formula passando da cronocoppie a cronometro individuale. La prova è stata anche occasione per realizzare l’abbinamento di una gara amatoriale ad una del settore giovanile. E’ stata data così l’opportunità ai ragazzi delle categorie Allievi e Juniores di poter finalmente iniziare la stagione con la prima gara in assoluto organizzata nel 2020 in Lombardia, grazie alla grande sinergia messa in atto dal Settore Amatoriale con le società giovanili che hanno creduto nel progetto, facendo così gareggiare i ragazzi in una prima assoluta, tenuta a battesimo dal “Diablo” Claudio Chiappucci, che ha gareggiato a fianco dei futuri campioni in una bella giornata di sport. Un sentito ringraziamento va al Team Breviario, al GB Junior Team, al Velo Club Abbiategrasso, al Pedale Senaghese, all’Equipe Corbettese e al Rotary Club Abbazia Morimondo che hanno reso possibile l’evento.

La prima gara amatoriale della stagione è stata anche il banco di prova delle intervenute norme anti Covid, facendo così da riferimento per tutti gli organizzatori che si sono poi succeduti nei mesi a venire.

La stagione si è poi sviluppata su tutto il mese di Settembre, non senza difficoltà, legate ai protocolli Covid e al rilascio delle autorizzazione da parte delle varie autorità, che di fatto hanno poi portato alla cancellazione degli eventi calendarizzati per ottobre, con eccezione della prima gara del mese a Misinto (Mb).

Le problematiche organizzative intercorse hanno costretto, più volte, gli organizzatori del Giro di Lombardia-System Cars a ridisegnarne il programma, garantendone comunque la sua 10° edizione, caratterizzata, come di consueto, da un ricco montepremi messo in palio del vulcanico Ambrogio Romanò, titolare della System Cars Meda.

L’attività dei settori cicloturismo, fixed, pista e granfondo di fatto è stata azzerata dalla pandemia, con l’eccezione di poche randonnèe fra le quali qualcuna di nuova realizzazione sotto l’egida FCI.

La panoramica completa sull’annata sportiva 2020 è riassunta in questo filmato: https://youtu.be/jYbY0OfU8As

Per sostenere società ed atleti, penalizzati dal prolungato stop dell’attività, il Consiglio Federale, grazie al grande lavoro del Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli e del vice Presidente Michel Gamba, ha messo in atto una serie di sgravi e facilitazioni per i tesserati, tradotti in un aiuto economico tangibile e concreto, del quale è stato dato conto alle società con apposita comunicazione.

Dal punto di vista puramente numerico, la situazione generale non poteva non ripercuotersi anche sul numero di tesserati in regione, che nel complesso ha fatto registrare un calo del 12% rispetto all’annata 2019, con rare eccezioni di aumento dei numeri per qualche categoria e in poche province.

Con il 2020 si chiude anche il quadriennio olimpico iniziato nel 2017, che ha visto la Struttura Amatoriale, guidata da Gianluca Londoni, realizzare i programmi presentati ad inizio mandato. Tra gli obiettivi realizzati è stato portato avanti il tavolo comune con gli EPS, concretizzando la gestione comune degli atleti classificati come Seconda Serie e realizzando, per tre dei quattro anni di mandato, un Campionato Regionale Assoluto, che ha premiato i migliori atleti Lombardi, indipendentemente dell’Ente di appartenenza.

Per quanto riguarda il mondo FCI si è riusciti a riportare in Regione il Campionato Italiano Strada per ben due volte, la terza è purtroppo stata rimandata dalla pandemia, oltre all’ormai consolidato Campionato Nazionale riservato agli scalatori.

E’ stata creata una Rappresentativa Regionale di settore, unica sul territorio Nazionale e molto apprezzata dal movimento, che ha partecipato ai Campionati Tricolori oltre al Giro d’Italia Amatori, dando così un tangibile segno di gratitudine a chi ha scelto il tesseramento FCI.

Nel settore cicloturismo è stato istituito il Campionato Regionale Randonnèe, anche qui una prima Nazionale, che ha racchiuso in se tutte le manifestazioni di questo tipo organizzate in Regione: è stata data nuova linfa ad un settore in forte sofferenza causa normative organizzative che hanno quasi azzerato l’attività legata ai raduni.

Si sono notevolmente incrementate le gare organizzate sotto egida FCI, rimettendo così al centro del variegato mondo amatoriale Lombardo la Federazione Ciclistica Italiana, con gare dalla qualità organizzativa ai massimi livelli in fatto di sicurezza degli atleti, e nel massimo rispetto delle normative sportive e Statali: a testimonianza di quanto detto è stata proprio la stagione 2020 che, con le problematiche legate al Covid19, ha visto FCI realizzare gare con la massima sicurezza dei partecipanti dal punto di vista sanitario.

A breve si svolgeranno le nuove elezioni che porteranno all’insediamento di nuovi consigli Provinciali, Regionali e Nazionali e alla nomina delle nuove Commissioni ai vari livelli, alle quali spetterà poi il compito di disegnare la strada per il nuovo quadriennio.

In conclusione il responsabile Londoni rivolge il personale ringraziamento a tutti i collaboratori che lo hanno supportato per quattro anni, al Consiglio Regionale che ha permesso di realizzare le innumerevoli iniziative che hanno portato all’incremento significativo dell’attività organizzativa in Regione e al coinvolgimento, mediante l’Assise Lombarda, degli Enti di Promozione Sportiva nel percorso di crescita della qualità delle manifestazioni, e del rispetto da parte loro delle normative che regolano l’organizzazione delle manifestazioni ciclistiche (anche se spesso e volentieri tali accordi sono stati disattesi dagli EPS), rimettendo così al centro il ruolo di faro dell’attività ciclistica che la FCI deve avere.

Oltre all’appoggio del Comitato Regionale Lombardo, il percorso realizzativo intrapreso non ha potuto prescindere dalla preziosa simbiosi con il consigliere Federale Gianantonio Crisafulli, col quale ormai è attiva una collaborazione da oltre due quadrienni, e che, con il proprio ruolo istituzionale e carisma, ha potuto portare nelle alte sfere Federali le istanze del Settore Amatoriale Lombardo, rivelandosi inoltre riferimento per i dirigenti Nazionali degli EPS, dando coerenza ad un’attività che, per troppi anni, era stata lasciata, dalla FCI stessa, allo stato brado. L’esortazione a Crisafulli è quella di proseguire sulla strada segnata e di cercare la riconferma nel suo ruolo, così da portare a termine un lungo lavoro che, negli ultimi anni, ha iniziato a dare i frutti sperati.

Tantissimi complimenti, in chiusura, ai Campioni Regionali 2020 che hanno saputo sopportare il peso di una stagione difficile, ai loro avversari che hanno reso loro vita dura, e a tutte le società che credendo nelle indicazioni fornite in questi quattro anni, hanno saputo e voluto realizzare manifestazioni prese a modello non solo in Lombardia ma su tutto il territorio Nazionale, in particolar modo in questa ultima stagione con la complicazione dei protocolli Covid19.

Infine un ringraziamento va a tutto lo staff della Commissione Amatoriale FCI Lombardia:

Andrea Capelli – Collaboratore
Cristian Coladangelo – Logistica
Gianluca Piazzai – Strada
Fabio Fabiani – Referente Territoriale
Luigi Vidali – Cicloturismo
Generale Angelo Giacomino – Granfondo
Enrico Biganzoli – Scatto Fisso
Danilo Fullin – Urban Bike
Giuliano Ronzoni – Collaboratore

Categoria: News

I commenti sono chiusi.