AMATORI. IL GRAN GALA’ CHIUDE UNA STAGIONE RICCA DI GRANDI RISULTATI PER IL MOVIMENTO LOMBARDO

| 28 Novembre 2022

Ospiti de “Il Parco” a Carate Brianza (MB) si sono ritrovati i protagonisti della stagione agonistica amatoriale, chiamati dal Comitato Regionale Lombardo della Federciclismo, per opera della Commissione Amatoriale Regionale capitanata da Gianluca Piazzai con la supervisione del Consigliere Regionale Gianluca Londoni.

Piazzai e tutti i componenti della Commissione hanno reso il giusto tributo ai vincitori di titoli Internazionali, Nazionali e Regionali che nel 2022 hanno portato in Lombardia ben 3 titoli Mondiali, 5 Europei e 15 Italiani oltre ai vari Campioni Regionali delle diverse specialità.

I risultati ottenuti dagli atleti Lombardi hanno rappresentato il giusto coronamento di un’attività in forte crescita, come illustrato nella relazione annuale del Presidente Piazzai, soprattutto in campo organizzativo: nel 2022 sono state organizzate in Lombardia 29 gare su strada, 8 gare in salita, 5 gare a cronometro, 26 randonnèe oltre alle Granfondo Internazionali e a numerose pedalate ecologiche, andando così a coniugare l’aspetto agonistico con quello ludico ricreativo aperto alle famiglie, con l’obiettivo di divulgare sempre più l’utilizzo della bicicletta come mezzo per testare i propri limiti, ma anche come mezzo di trasporto e mezzo di sviluppo turistico, campo nel quale danno il loro importante contributo le manifestazioni non agonistiche come lo sono le randonnèe che hanno preso il posto dei raduni cicloturistici.

Federciclismo infatti vuole dire prestazioni di alto livello, ma anche promozione dell’uso della bicicletta come mezzo per generare turismo: la bike economy oggi rappresenta un settore in grande espansione che porta benefici economici sul territorio grazie al turismo eco sostenibile, e la Federazione Ciclistica Italiana ha il compito di porre attenzione alla bicicletta in tutte le sue sfaccettature, lavorando per garantire sempre maggior sicurezza a chi sceglie il mezzo ecologico per definizione per operare i propri spostamenti.

Se si pensa che non più tardi di tre lustri fa l’attività amatoriale targata Federciclismo in Lombardia si contava sulle dita di una mano, l’incremento è incredibilmente sensibile, e va a premiare il lavoro di chi come il Consigliere Londoni ha intrapreso il lavoro di rilancio di questo settore dall’importanza economica non indifferente per la Federciclismo, con il supporto dell’ora Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli e l’innesto negli anni d tutti i ragazzi che ora compongono la Struttura Amatoriale: il lavoro svolto ha comunque trovato degli “oppositori” che non hanno ancora ben capito di cosa si tratti, ma i risultati testimoniano la validità dell’operato di Piazzai e dei suoi uomini.

Sul palco di Carate Brianza, per premiare i vari atleti presenti, hanno onorato della loro presenza gli astanti il due volte Campione del Mondo e vincitore del Giro d’Italia Gianni Bugno e Morena Tartagni, pioniera del ciclismo femminile e prima donna Italiana a salire su un podio Mondiale, che ha raccolto nel libro “Volevo fare la Corridora”, scritto da Gianluca Alzati, la sua storia di atleta e di vita.

Dopo i saluti i ringraziamenti di rito, primo dei quali ai padroni di casa il dott Ruggero Redaelli Presidente della BCC e il Dott Roberto Longoni Presidente de “Il Parco”, presentati uno ad uno dal Generale Angelo Giacomino, già comandante della mitica “Compagnia Atleti di Milano”, sono sfilati i medagliati a cominciare dai Campioni del Mondo, per terminare con le società meglio classificate nel Campionato Italiano e in quello Regionale.

Menzione particolare la merita la gara definita “Gara dell’Anno”, ovvero la “Randonnèe Olimpica e della Famiglia” dedicata all’indimenticato Campione Olimpico di Albese con Cassano Fabio Casartelli, con Papà Sergio a ritirare il riconoscimento in compagnia della Fondazione  che porta il nome di Fabio rappresentata da Gianluigi Luisetti , il GS Ghisallo organizzatore della manifestazione col Presidente Gioacchino Garofalo e l’amico di tante battaglie del compianto Campione Olimpico di Barcellona Luca Panichi, a sua volta protagonista di imprese leggendarie con la sua carrozzella, che ha voluto ricordare l’amicizia che legava i due atleti.

L’evento che nel 2022 si è svolto ad Albese con Cassano (CO), ha assegnato il primo titolo tricolore riservato alle randonnèe nella storia della Federciclismo.

Riconoscimenti speciali sono poi andati all’ASD Valgrigna Cycling Team di Fabio Fabiani che si è vista assegnare il 1° Memorial Onorino Romanò, in memoria del papà di Ambrogio, sponsor con la sua System Cars di Meda di numerose iniziative per il ciclismo,

al Pedale Arcorese al quale è stato assegnato il “Premio Sinergia 2022” per ricordare il grande lavoro svolto per coniugare ciclismo amatoriale e giovanile ritirato da Ambrogio Pizzocri.

Al Team Valle Olona è poi andato il “Premio Solidarietà” ritirato dal Presidente Giancarlo Agazzi per la meritevole opera ventennale di sostegno alle associazioni locali che si occupano di assistenza sociale.

Il premio “Sostenitore 2022” è andato a colui che da anni sponsorizza tanto il Comitato Regionale Lombardo, quanto l’attività amatoriale oltre ad innumerevoli società giovanili: il grazie di tutto il movimento è così andato ad Ambrogio Romanò e alla sua System Cars di Meda.

L’ultimo riconoscimento speciale è andato al Generale Angelo Giacomino già comandante della mitica Compagnia Atleti di Milano, nella quale hanno prestato servizio militare tutti i migliori atleti di più generazioni che si è visto assegnare dal Consigliere Regionale Gianluca Londoni e dalla sua famiglia il “10° Memorial Londoni” in memoria di papà Enrico, per oltre trent’anni direttore sportivo di alcuni fra i migliori dilettanti dell’epoca: il riconoscimento è annualmente assegnato dalla Famiglia Londoni a chi opera fattivamente per la crescita e lo sviluppo del ciclismo amatoriale e non solo.

Durante la cerimonia sono stati premiati oltre ai vari Campioni anche i migliori classificati del Trofeo dello Scalatore FCI 2022, e i primi tre classificati di ogni categoria della Supercombinata System-Cars 2022, challenge voluta dal main sponsor Ambrogio Romanò e dalla sua System Cars di Meda, con i preziosi gioielli che Ambrogio come sempre ha voluto mettere in palio: quest’ultima challenge ha di fatto racchiuso in se quasi tutte le gare del 2022, in particolare quelle che facevano parte della quattro gare a tappe disputate, Giro di VareseGiro delle Provincie LombardeGiro di Lombardia e Trofeo dello Scalatore, andando a decretare gli atleti più completi, continui e presenti della stagione appena terminata.

I riconoscimenti assegnati, come succede ormai da qualche anno, sono stati realizzati dai ragazzi ospiti di Casa don Guanella, diretti artisticamente da Afran Abiamba, quotato artista poliedrico che da anni delizia i premiati di FCI Lombardia con le sue opere, e realizzati a mano in pezzo unico in legno, un oggetto artistico a ricordo dei successi della stagione agonistica.

Un grande GRAZIE è stato decretato dal Consigliere Regionale Londoni ai suoi ragazzi, ad iniziare dal Presidente della Commissione Amatoriale Gianluca Piazzai, al responsabile delle relazioni esterne Gen Angelo Giacomino, al responsabile della logistica Cristian Coladangelo, al responsabile del settore cicloturismo Luigi Vidali e ai responsabili territoriali Fabio FabianiAlessandro LocatelliAlessandro BreviarioGiuseppe Ravasio e a Valter Cozzaglio, col quale una quindicina di anni fa abbondanti è partita la rinascita del settore targato FCI Lombardia.

Alla fine della cerimonia, dando appuntamento alla stagione 2023 dove la sinergia col settore giovanile verrà ancor di più accentuata, la Commissione Amatoriale e il Comitato Regionale hanno voluto offrire ai numerosi ospiti un sicuramente gradito rinfresco.

Complimenti a tutti e arrivederci al 2023 con un grande augurio da parte di tutti i dirigenti e gli ospiti di

Categoria: News

I commenti sono chiusi.