AMATORI. CON LA FESTA DI NOVATE MILANESE SI E’ CHIUSA UNA GRANDE ANNATA

| 27 novembre 2017

A Novate Milanese, Federciclismo Lombardia ha festeggiato gli atleti del settore amatoriale che si sono distinti durante la stagione 2017.

Alla cerimonia di premiazione, organizzata grazie al supporto operativo del Pedale Novatese, non hanno voluto mancare il Consigliere nazionale della Federazione Ciclistica Gianantonio Crisafulli; il Vice Presidente regionale Adriano Borghetti; Fabio Alberti, Consigliere regionale referente per il settore amatoriale; i vari membri della Commissione Amatoriale Regionale coordinarti da Gianluca Londoni; il Presidente Provinciale del comitato di Milano Valter Cozzaglio e il Consigliere Provinciale di Monza e Brianza Giuseppe Gambino.

Nell’intervento d’apertura Crisafulli ha portato ai presenti il saluto della Federazione complimentandosi con gli atleti e con i dirigenti per il lavoro e i risultati conseguiti nel 2017, sottolineando poi alcune delle novità regolamentari più importanti per il 2018 e ponendo l’accento soprattutto sulla sicurezza in corsa.

Nei loro interventi il Vice Presente Regionale Borghetti e il Consigliere Alberti hanno applaudito gli atleti e rimarcato come la Lombardia sia stata nella stagione sportiva 2017 un punto di riferimento per il movimento amatoriale, prima regione in Italia a partecipare con le proprie rappresentative ufficiali a manifestazioni titolate svolte anche fuori dai confini nazionali.

E’ stato poi il coordinare della Commissione Regionale Gianluca Londoni a prendere la parola: il dirigente monzese, all’inizio della sua prima relazione annuale, ha voluto ricordare con affetto la figura di Gino Scotti definito da Londoni “un secondo papà sportivo” e ringraziare Gianantonio Crisafulli, ora Consigliere Nazionale con delega al settore amatoriale, ma per anni coordinatore della attività cicloamatoriale lombarda. Entrando nel merito dei risultati conseguiti, Londoni ha acceso il faro dell’attenzione sugli importanti traguardi mondiali (una medaglia d’oro e una d’argento conquistate n.d.r.), sui lusinghieri risultati continentali su pista (5 ori, 1 argento e 4 bronzo n.d.r) e sulle molte maglie e piazzamenti tricolore conquistati. Continuando, ha sottolineato con forza la soddisfazione per quello che è stato fatto dalle rappresentative regionali. Non sono mancati elogi per l’organizzazione di manifestazioni “fixed” e in generale per l’impegno organizzativo delle Società promotrici di manifestazioni. In conclusione ha ringraziato il Generale Angelo Giacomino, Gianluca Piazzai, Luigi Vidali, Enrico Biganzoli, Danilo Fullin, Stefano Speroni e Alberto Oldani, suoi preziosi collaboratori nella commissione.

A fare da trait d’union tra gli interventi istituzionali e le premiazioni un momento importante: il racconto, da parte di Don Agostino Frasson – Direttore di “Casa Don Guanella” di Lecco – delle attività svolte dai “suoi” ragazzi: tra queste anche la creazione delle opere artistiche in legno con cui sono stati premiati gli atleti.

La passerella dei campioni e dei riconoscimenti si è aperta con la consegna di due riconoscimenti speciali: il “Memorial Gino Scotti – Gara dell’anno”, consegnato a Valgrigna Cycling per l’organizzazione della manifestazione Berzo Inferiore – Passo Croce Domini; e il “Memorial Balatti” consegnato ad Ambrogio Romanò, titolare di System Cars Meda, per il prezioso supporto all’attività amatoriale regionale e non solo.

A chiudere la mattinata di premiazione, dopo aver festeggiato i risultati dei singoli atleti, sono salite sul palco le società che si sono distinte nel cicloturismo e nel “medio fondo”: St. Joseph, Delicatesse, Genova 1913, Pedale Novatese, Gioiosa Sport, Amspo, G.S. Naviglio, V.S. Rho, S.C. Avis NSN, Circolo Giovanile Bresso, Altopiano Opel Mariani, G.S. Montegani, Spinaverde e G.S. Santambrogio.

 

Luca Galimberti



 

Categoria: News

I commenti sono chiusi.