AMATORI. A SOTTO IL MONTE SVENTOLA L’IRIDE DI NICOLA LODA

| 17 Aprile 2022

Lampo iridato a Sotto il Monte (BG), dove a vincere la prima delle due gare in programma è stato il Campione del Mondo Master 2021, nonchè ex professionista Nicola Loda.

Alla presenza del Presidente Regionale Stefano Pedrinazzi e del Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli in veste di starter, partono per primi gli atleti più maturi che si sfidano sul tutt’altro che banale circuito di Sotto il Monte (BG), caratterizzato da un continuo sali scendi, con arrivo al termine dell’erta che porta a Fontanella, dopo 1800 mt di salita con punte oltre il 17% di pendenza.

Come detto la vittoria assoluta è andata all’Iridato Loda che si aggiudica così il successo fra i Master5, che sul traguardo ha preceduto Marco Stroppa (Veloplus) autore di una lunga fuga e Fabio Paganelli (Team Breviario).

Nelle altre categorie in gara, la vittoria è andata a Mario Sabadini (Highroad Team) nei Master 6, a Giorgio Chiarini (Flandres Love) fra i Master 7 e a Ivano Soletti (Flandres Love) nei Master 8.

Terminata la prova dei più maturi, è andata in scena la gara dei più giovani, che ha registrato il successo assoluto di Stefano Arigoni (Extremotrue Racing) che ha riportato la vittoria fra i Master 1, ed ha preceduto all’arrivo Federico Villella (Molini Dolo) vincitore fra i Master 2.

Le altre categorie sono state appannaggio di Daniel Pellegrinelli (Seven Club) fra gli EliteMaster, Roberto Massa (Cicli Bettoni) fra i Master 3, e Andrea Rigoni (flandres Love) fra i Master 4.

Purtroppo al termine della competizione si è dovuto registrare l’ennesimo furto di due biciclette ai danni dei partecipanti: la piaga dei furti a margine delle gare ormai richiede la collaborazione di tutti gli atleti nel vigilare a vicenda sulle autovetture per arrivare ad identificare gli autori dei crimini, che evidentemente ben conoscono i calendari agonistici e le abitudini dei concorrenti.

Solo la collaborazione reciproca e l’autoviglinanza oltre a non parcheggiare le auto troppo lontane dal centro delle operazioni, può debellare questa vera e propria piaga.

Un doverso ringraziamento va alla Famiglia Breviario per l’ottimo lavoro svolto, al Presidente Regionale Stefano Pedrinazzi e al Consigliere Federale Gianantonio Crisafulli che con la loro presenza hanno dato lustro alla manifestazione Orobica, al Direttore di Corsa Fiorenzo Nava, al presidente di giuria Pierangelo Volpari ed al giudice di arrivo Paolo Treachi che con la loro preziosa opera hanno consentito la perfetta realizzazione dell’evento.

Prossimo appuntamente Federciclismo Lombardia il 1 Maggio a Villadosia (VA) per la terza tappa del Giro di Varese.

Categoria: News

I commenti sono chiusi.